Il signore delle formiche

08 / 09 / 2022 Dramma

Critica

CRITICA

84%
Pubblico

PUBBLICO

N.D.

Scheda film

Il signore delle formiche poster

Guarda su:

Alla fine degli anni 60 si celebrò a Roma un processo che fece scalpore. Il drammaturgo e poeta Aldo Braibanti fu condannato a nove anni di reclusione con l’accusa di plagio, cioè di aver sottomesso alla sua volontà, in senso fisico e psicologico, un suo studente e amico da poco maggiorenne. Il ragazzo, per volere della famiglia, venne rinchiuso in un ospedale psichiatrico e sottoposto a una serie di devastanti elettroshock, perché “guarisse” da quell’influsso “diabolico”. Alcuni anni dopo, il reato di plagio venne cancellato dal codice penale. Ma in realtà era servito per mettere sotto accusa i “diversi” di ogni genere, i fuorilegge della norma. Prendendo spunto da fatti realmente accaduti, il film racconta una storia a più voci, dove, accanto all’imputato, prendono corpo i famigliari e gli amici, gli accusatori e i sostenitori, e un’opinione pubblica per lo più distratta o indifferente. Solo un giornalista s’impegna a ricostruire la verità, affrontando sospetti e censure.

Regista: Gianni Amelio

Titolo originale: Il signore delle formiche

Lingua originale: it

Data di uscita: 08 / 09 / 2022

Cast

Luigi Lo Cascio Luigi Lo Cascio
Elio Germano Elio Germano
Sara Serraiocco Sara Serraiocco

Recensioni critica

Gianni Amelio porta sullo schermo il caso Braibanti, una delle pagine più buie nella storia del diritto italiano. Attraverso la finzione storica, Il signore delle formiche indaga quei meccanismi di omofobia, discriminazione e lacune legali che sono alla base di numerosi problemi presenti ancora oggi nei nostri sistemi politici e giuridici, evidenti come non mai …

Leggi tutto 26/09/2022 - 2.5/5 Criticaleye.it

«Chiunque sottopone una persona al proprio potere, in modo da ridurla in totale stato di soggezione, è punito con la reclusione da cinque a quindici anni». Questo recitava il testo del codice penale alla voce del reato di plagio. Dietro tale norma, giudicata poi incostituzionale nel 1981, si era nascosta la presunta giustizia italiana degli...

Leggi tutto 23/09/2022 - 4/5 Nocturno.it

Un buon film, ma lo script è troppo romanzato e confuso

Leggi tutto 20/09/2022 Anonimacinefili.it

S'erge a un livello ben superiore al mero trattato biografico.

Leggi tutto 17/09/2022 - 5/5 Recencinema.it

Gianni Amelio confeziona un prodotto certamente non per tutti, di chiaro stampo politico-sociale, allestendo il ritratto di un paese che sarà pure avanzato tecnologicamente, ma che non ha avuto il coraggio di aprire la mente a forme di amare che sono (e dovrebbero essere) normali

Source

Leggi tutto 15/09/2022 Locchiodelcineasta.com

Fu il primo e ultimo processo per plagio mai svolto in Italia, quello intentato negli anni ’60 ad Aldo Braibanti, scrittore, poeta e drammaturgo, segnò un punto di svolta nella cultura e nella storia giuridica del nostro Paese rispetto al tema dell’omosessualità. Il regista Gianni Amelio (Hammamet, 2020) ha voluto dare al caso Braibanti forma […]

Leggi tutto 13/09/2022 - 4/5 Ciakmagazine.it

Recensioni pubblico

Non ci sono ancora recensioni del pubblico!

REPLY
Cancel